Il tuo bagno

I migliori rimedi contro la depressione sono le buone azioni e dei bagni caldi.
(Dodie Smith)

Mostra altro
Modifica in maniera intelligente il vecchio bagno o creane uno nuovo, evita stress e inutili perdite di tempo e denaro con la nostra formula in 4 punti
1. CONOSCI LE MISURE DI SCARICHI E OSTACOLI
 
prima di cominciare dovrai conoscere esattamente lo spazio in cui inserirai il tuo nuovo bagno.
Lasciando i sanitari al proprio posto eviterai di demolire l'intero ambiente per rinnovarlo a costi notevolmente contenuti.
Se invece decidi per una ristrutturazione radicale sarà utile, come primo passo, conoscere le misure di quegli elementi fissi che non potranno essere rimossi o spostati.
 
           
2. TIPOLOGIA
in base allo spazio che hai a disposizione puoi decidere tra le diverse tipologie, con sanitari accoppiati o frontali dividere in zone i vari ambienti oppure scegliere il più classico ambiente unico, tutto però facendo attenzione alle relazione tra gli elementi e senza tralasciare gli spazi di manovra che rendono comodo un ambiente. di seguito alcuni schemi pratici delle tipologie più comuni. 
 
      
3RISPETTA LE REGOLE DELL'ERGONOMIA 
 
qualunque aspetto tu voglia dare al tuo bagno non dimenticarne mai lo scopo. La funzionalità e la comodità degli spazi e dei servizi deve sempre regnare sovrana per una progettazione coerente.
 
 
4. BAGNO A TEMA
Quì puoi davvero dare sfogo alla tua creatività, immagina dei bagni a tema secondo le tue ispirazioni e i tuoi gusti personali. Stimola la fantasia consultando siti e riviste specializzate, ce ne sono davvero per tutti i gusti ma senza addentrarti troppo per non farti condizionare. Di seguito ti proponiamo alcuni esempi stravaganti che meglio di tante parole mostrano come sia possibile giocare con gli elementi in un ambiente di questo tipo.
5. DEFINISCI L'IMPIANTO ELETTRICO 
Quando si deve realizzare un nuovo impianto elettrico o effettuare una modifica consistente di quello esistente nel corso di un intervento di ristrutturazione, ci si trova ad avere a che fare con dei preventivi stimati a “punto luce”. 

Gli elettricisti calcolano il proprio compenso in questo modo stabilendo un prezzo medio a punto luce, è indispensabile quindi capire cosa si intende e imparare come calcolarli.

Puoi approfondire l'argomento con i link che seguono, sono ulteriori riflessioni, immagini di pagine web che abbiamo trovato pratiche e interessanti.

1/8